Il Marketing (parte prima)

marketing, digital marketing

Chiunque abbia la necessità di farsi conoscere, per qualsiasi sia l’attività proposta, deve saper proporre sé stesso e i propri prodotti e/o servizi nel modo giusto. Il marketing, di cui ora è fondamentale parte il marketing digitale, è il mezzo attraverso il quale si può raggiungere questo obbiettivo. Ma qual è la definizione di marketing? Cominciamo proprio da questo.

Definizione:

Nel 2007, l’American Marketing Association, ha fornito la seguente definizione: “Il marketing consiste nell’attività, nel gruppo di istruzioni e nei processi che servono per creare, comunicare, distribuire e scambiare offerte che abbiano valore globale per clienti, committenti, partner e società.”

Ora, va da sé che qualsiasi sia la vostra attività (scrittori o avvocati, musicisti o cuochi, fotografi o imprenditori), il marketing è fondamentale per far conoscere voi, il vostro brand, la vostra passione (che sperate possa diventare un lavoro) e tutto ciò che desiderate far arrivare al pubblico nel modo giusto.

Qual è il modo giusto? Questi sono solo alcuni dei punti fondamentali:

  • Ricerche accurate
  • Analisi dei dati
  • Individuazione di un target
  • Ottimizzazione del prodotto/servizio
  • Utilizzo di tutti gli strumenti disponibili per aumentarne la visibilità

Non è tutto ovviamente, ma sono azioni basilari, senza le quali non si può pensare a una strategia di marketing e dunque nemmeno a una seria promozione.

Il concetto di Marketing:

Nel mondo attuale, il marketing è ovunque: intorno a noi e su di noi. Anche su di noi, certo: se in questo momento indossi un paio di scarpe, di qualsiasi marca siano, è perché le hai scelte, giusto? e se le hai scelte significa che ti sono piaciute esteticamente, che sono comode e che magari hanno un buon rapporto tra qualità e prezzo. Il marchio di quelle scarpe, anche se non fosse quello di un grande nome, ha ottenuto quel che voleva. È bene ricordare che il marketing non è solo pubblicità, che sia sotto forma televisiva, radiofonica, digitale o altro. Il marketing è molte cose e comprende ad esempio gli aspetti sopra citati.

Fondamentale è il “Valore”: nel mondo del marketing il valore è tutto ciò che costituisce un vantaggio per l’aver acquistato un bene o un servizio (che sia un libro o un prodotto per la casa). Questo non significa, a differenza di quanto pensano molti addetti del settore, che tutti i prodotti possano essere considerati allo stesso modo (per concetto generale, intendo).

Quel che più mi turba nel mondo odierno, infatti, è che vi siano meccanismi per i quali un libro, un album musicale, un dipinto, etc. vengono trattati di fatto come un barattolo di maionese. No, non si fa così e che non vengano a dirmi che è “per il mercato”, perché le persone scelgono in base a ciò che gli viene proposto e se determinate cose non le proponi, semplicemente le persone non le possono scegliere (e qui tanti addetti ai settori storceranno il naso, ma è pura verità e probabilmente ne riparleremo: la storia stessa del marketing lo conferma).

Alla base del concetto di “Valore” sta il fatto che il marketing consiste nella distribuzione dello stesso (potremmo dire anche “di un valore aggiunto”) a chiunque sia coinvolto in uno scambio.

Gli obbiettivi:

Il marketing ha tre principali obbiettivi: il primo è quello di andare incontro alle necessità e alle differenti esigenze dei portatori d’interesse (dunque non solo i consumatori, ma anche i venditori) e di conseguenza a chiunque abbia un “capitale”, pur se minimo. Il secondo è il concetto per il quale i consumatori sono parte portante del marketing stesso, dunque vanno posti al centro, poiché sono loro a determinare il mercato (di qualsiasi tipo esso sia). Il terzo punto è costituito da “desideri, necessità e benefici”: è necessario dunque soddisfare i desideri degli interessati identificandone prima le necessità.

Il “bisogno” è la differenza tra l’effettivo “stato del consumatore” e “lo stato desiderato o ideale”. Quando c’è una percezione ampia di questa differenza, lo stesso sarà spinto a soddisfare il bisogno, che in certi casi è proprio una necessità (fisica o psicologica).

Nel prossimo articolo approfondiremo questi aspetti e continuerò a raccontarvi di cosa è fatto il marketing, delle sue evoluzioni e di come questo vasto mondo può aiutare un architetto quanto un artista, con le dovute precisazioni. Alla prossima!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*