Le inserzioni di Facebook: guida chiara all’utilizzo (1)

Facebook inserzioni marketing

Hai poca dimestichezza con le inserzioni di Facebook e vorresti crearne una, magari per la prima volta? Non hai risultati soddisfacenti e vorresti essere certo/a di aver impostato tutti i campi modificabili nel modo giusto? Allora leggi questa guida, semplice e chiara, all’utilizzo delle inserzioni di Facebook.

Per prima cosa, non date mai per scontate le sezioni che Facebook propone in automatico. Ogni sezione, come anticipato sopra, può essere modificata a seconda delle proprie esigenze. Probabilmente non troverete subito la soluzione migliore per voi e, infatti, solitamente consiglio di fare alcune prove confrontando i dati senza investire troppo e tenendo presente quanto avete investito per mettere i dati in rapporto al risultato. Per farla ancora più chiara: se investite cinque euro con determinate impostazioni e la volta dopo, cambiando qualcosa, ottenete risultati migliori, saprete che quella è la via giusta. I parametri però sono diversi, dunque che fare?

Le parti da personalizzare (1):

Nella schermata che vi appare per creare la vostra inserzione, per primo vi apparrà in alto a sinistra il campo “Obbiettivo”. Facebook vi proporrà l’obbiettivo “Automatico”. Potete anche provarlo, magari fa al caso vostro, ma generalmente io Io sconsiglio perché personalizzare l’inserzione aiuta a incanalarla verso il giusto pubblico. Le opzioni di obbiettivo tra cui scegliere sono:

– Ottieni più interazioni
– Ricevi più messaggi
– Ricevi più chiamate
– Fai in modo che più persone visitino il sito web

Ogni opzione potrebbe funzionare di più in alcuni contesti e meno in altri, per questo è importante capire di cosa ha bisogno la vostra pagina Facebook (e dunque di cosa necessitano i vostri contenuti) per essere più visibili. Qui sotto troverete un paio di esempi: aziendale/ professionale e artistico.

Aziende e professionisti:

Se ad esempio siete un’azienda o un singolo che vende determinati prodotti/ servizi, per ottenere più ordini potrà esservi utile fare più di un’inserzione. Un primo passo potrebbe essere quello di mettere in evidenza l’intera pagina (con il vostro brand ben in evidenza, immagine/i o video chiari e coerenti) avendo molta cura di ogni dettaglio (ad esempio la descrizione, modificabile, dell’inserzione, dovrà incuriosire i potenziali acquirenti).

Nel contempo, sempre se parliamo di contesti di vendita, se avete una base di marketing saprete che, al di là di Facebook, è importante avere un piano di marketing che permetta di stabilire un target. Il target che avete stabilito al di fuori della piattaforma (con le diverse tecniche esistenti) potrebbe essere un punto di partenza anche nella vostra inserzione. Calcolando però che si tratta di una piattaforma social, potreste dover variare i fattori in modo diverso, ma lo vedreste comunque dai risultati.

Se l’azienda o il professionista hanno già una buona visibilità generale, potreste puntare sull’avere più interazioni con il vostro pubblico sempre ai fini di marketing, per scoprire magari altri potenziali target e affinare le vostre tecniche e, ancora, potreste mettere in evidenza il vostro sito internet (che deve essere sempre professionale e aggiornato e questo vale per chiunque proponga un progetto, di qualsiasi tipo esso sia) per portare il pubblico ad approfondire, con contenuti e informazioni che su Facebook non avete.

Importantissimo per professionisti e aziende, può risultare anche l’opzione “ricevi più chiamate”. Voi direte: ma come fa Facebook a farmi chiamare di più dai potenziali clienti? Così come fa con ogni obbiettivo, vale a dire che la piattaforma propone l’inserzione al pubblico che ha più probabilità di reagire a quel determinato obbiettivo (persone che interagiscono di più, che inviano più messaggi, che accedono spesso ai siti web partendo da un link su Facebook e che chiamano di più da un numero di telefono trovato su una pagina o su un’inserzione).

Artisti (professionisti e non):

Ora: avete una pagina artista e volete mettere in risalto l’uscita del vostro nuovo album, un evento (mostra, concerto, streaming, ecc.) o magari farvi una pubblicità generale per far “girare il nome” e far capire chi siete. Potreste essere anche uno scrittore o una scrittrice alle prese con una campagna pubblicitaria per un libro appena pubblicato o per farsi conoscere di più, in senso generale, rispetto agli scritti che pubblicate in diverse forme. Magari siete pittori e dovete promuovere una mostra o se non siete ancora al livello di riuscire ad organizzare una mostra, potreste voler far conoscere i vostri dipinti al più possibile di persone.

Nel primo caso, con un contenuto da lanciare, l’opzione migliore potrebbe essere quella di ricevere più interazioni, perché se il nostro intento è diffondere la notizia, quella determinata scelta farà in modo che l’inserzione appaia maggiormente a profili di persone che interagiscono e che se interagiscono lo fanno per interesse, generalmente.

Nel secondo caso (pubblicità generale) consiglio sempre la creazione di un contenuto ad hoc e SEO friendly e per ciò che concerne l’inserzione potete impostare un target basandovi sui vostri “Insights” e in particolare, sulle aree geografiche e le fasce di età normalmente più attive rispetto ai vostri contenuti e, in seconda fase, provare a restringere o allargare, a seconda dei risultati, le fasce di età o le aree coinvolte. In ogni caso, dovete essere certi di aver personalizzato ogni campo a seconda delle vostre necessità.

Fondamentali:

In ogni caso, tenete presente le basi generali degli algoritmi di Facebook e per questo vi rimando all’articolo “L’algoritmo di visibilità su Facebook”.

Oltre a ciò, dovete pensare che un’inserzione non funzionerà mai se anche voi non vi mettete in gioco. Cosa voglio dire con questo? Che voi stessi, manualmente, dovete promuovervi e dovete farlo in modo intelligente. Non dovete mai risultare, in sostanza, degli “spammatori” seriali. Dovrete postare i vostri contenuti in contesti in cui ci stanno, che si tratti di gruppi, pagine o profili privati.

Puntate tantissimo sui risultati organici: se siete bravi a creare i vostri post, oltre a pubblicizzarli voi stessi, qualunque sia l’obbiettivo, sarà più facile avere condivisioni da parte di altri. Non dimenticate poi, l’importanza assunta dagli hashtag anche su Facebook, rispetto al passato e, dove possibile, il coinvolgimento di altri soggetti (coerenti) attraverso i tag.

In secondo luogo, se volete pubblicizzarvi attraverso un’immagine (brand, messaggio ad hoc in formato .jpg, ecc), cercate di creare un contenuto visivamente attrattivo, chiaro e creato appositamente per la vostra campagna. A proposito di questo, sappiate che esistono formati di immagine più SEO friendly e dunque più performanti rispetto ad altri e che è essenziale che i vostri contenuti siano anche mobile friendly: un buon ottanta/ novanta per cento del vostro potenziale pubblico viene dall’accesso attraverso smartphone.

Se il vostro contenuto non viene da Facebook (esempio, video YouTube) fate pure la vostra inserzione, magari con l’obbiettivo interazioni, ma pensate anche che per far emergere in YouTube un video ci sono altre tecniche. Se caricate lo stesso video su Facebook e promuovete quello (inserendo magari in descrizione anche il link a YouTube), la piattaforma darà molta più considerazione a un video caricato direttamente.

Ultima cosa, almeno per ora, è: se quel che state facendo per voi è davvero importante, usate tutti i mezzi possibili. Non intendo solo tutti i Social, ma anche – ad esempio – la creazione di questionari con tool gratuiti. Questi vi permettano di capire meglio le persone a cui potenzialmente vi rivolgete o vorreste rivolgervi. Quest’ultimo aspetto vale più per professionisti d’azienda, artigiani ecc, ma in alcuni casi può essere molto utile anche in ambito artistico.

Per ora concludo qui e vi invito a seguire questa utile rubrica/ guida per avere ulteriori chiarimenti sull’utilizzo e l’impostazione delle inserzioni di Facebook! Alla prossima!

Fb: L.A. Editing&Digital Marketing

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*